Il Liceo delle Scienze a Prima Industrie

LE PRIME DEL LICEO SCIENTIFICO MATEMATICO A PRIMA INDUSTRIE: 

la paro­la agli studenti

Vener­dì 18 mar­zo noi ragaz­zi del­le pri­me liceo del­lo scien­ti­fi­co mate­ma­ti­co, nell’ambito dei Per­cor­si di Com­pe­ten­ze Tra­sver­sa­li per l’orientamento, sia­mo anda­ti in visi­ta didat­ti­ca a Pri­me Indu­strie, un’azienda che si occu­pa del­la costru­zio­ne di mac­chi­ne a taglio laser per il metallo.

L’incontro era strut­tu­ra­to in due par­ti: una di ascol­to di alcu­ne testi­mo­nian­ze di lavo­ra­to­ri e lavo­ra­tri­ci dell’azienda, la secon­da di visi­ta ai macchinari.

Ascol­ta­re le espe­rien­ze che ci han­no pro­po­sto è sta­to inte­res­san­te e sti­mo­lan­te. Ci ha col­pi­to in par­ti­co­la­re la testi­mo­nian­za di Ema­nue­le, un ragaz­zo di 25 anni che ha costi­tui­to un model­lo di gio­va­ne lavo­ra­to­re che si sta­va met­ten­do in gio­co in azien­da. Gli altri inter­ven­ti era­no di don­ne che si occu­pa­va­no di comu­ni­ca­zio­ne e risor­se uma­ne, sono sta­ti tut­ti spun­ti per riflet­te­re sul nostro per­cor­so idea­le sen­za far­ci con­di­zio­na­re trop­po dall’indirizzo del liceo da cui usci­re­mo e tenen­do a men­te l’importanza di fare espe­rien­ze all’estero. I rac­con­ti ci han­no per­mes­so di far­ci un’idea sul mec­ca­ni­smo del cur­ri­cu­lum e dei col­lo­qui di lavo­ro garan­ten­do­ci inol­tre la pos­si­bi­li­tà di fare doman­de per appro­fon­di­re alcu­ni aspetti.

La visi­ta sul cam­po è ini­zia­ta dall’area di espo­si­zio­ne per gli acqui­ren­ti dove abbia­mo potu­to ammi­ra­re la rapi­di­tà e l’accuratezza del­le mac­chi­ne al taglio laser com­pren­den­do le basi del loro fun­zio­na­men­to. Poi ci sia­mo spo­sta­ti nel­la zona di mon­tag­gio vera e pro­pria, un enor­me magaz­zi­no dove veni­va­no assem­bla­ti i pez­zi e dove­va­mo fare atten­zio­ne a cam­mi­na­re nel­la zona pedo­na­le per non esse­re inve­sti­ti dai mez­zi di tra­spor­to. È sta­to uti­le per ave­re un assag­gio dell’ambiente e del les­si­co sia azien­da­le che di fab­bri­ca e ini­zia­re a ragio­na­re sul­le pro­spet­ti­ve futu­re, lavo­ra­ti­ve e non. For­se non andre­mo tut­ti a taglia­re il metal­lo ma avre­mo sicu­ra­men­te più con­sa­pe­vo­lez­za di cosa signi­fi­chi lavo­ra­re in un’industria.

I ragaz­zi del­lo scien­ti­fi­co-mate­ma­ti­co del­la 1H
Eli­sa­bet­ta Bago­lin
Fede­ri­co Bechis
Ila­ria Gior­dan
Ines Gobet­ti
Ales­san­dro Mer­lo
Mar­ta Pescara

LE TERZE DEL LICEO SCIENTIFICO MATEMATICO A PRIMA INDUSTRIE:

la paro­la all’a­zien­da ospitante

Pri­ma Indu­strie è sem­pre sta­ta un’azienda che ha cre­du­to for­te­men­te nei prin­ci­pi del­la respon­sa­bi­li­tà socia­le. Que­sto ci ha por­ta­to a instau­ra­re rap­por­ti e rela­zio­ni con isti­tu­zio­ni sco­la­sti­che del ter­ri­to­rio di Tori­no ad ogni livel­lo (Isti­tu­ti Tec­ni­ci, Licei, Poli­tec­ni­co e Uni­ver­si­tà).
Ne par­lia­mo con Adria­no Gal­lea e Fran­ce­sca Lom­bar­do, Col­le­ghi HR, che da mol­ti anni si occu­pa­no di for­ma­zio­ne e dei rap­por­ti con gli isti­tu­ti sco­la­sti­ci di Tori­no e Provincia.

Que­ste atti­vi­tà sono ini­zia­te nel 1994 […]

Mol­to è cam­bia­to da quan­do abbia­mo ini­zia­to: nei pri­mi anni, per esem­pio, la pos­si­bi­li­tà per i ragaz­zi di dover affron­ta­re tra­sfer­te di lavo­ro in giro per il mon­do era un gran­de “sel­ling point” men­tre oggi, con il pas­sa­re degli anni e con un mon­do sem­pre più inter­con­nes­so, osser­via­mo che i ragaz­zi arri­va­no mol­to più infor­ma­ti rispet­to al pas­sa­to. Da que­sto pun­to di vista pos­sia­mo dire che le scuo­le oggi for­ma­no e orien­ta­no meglio rispet­to a quan­to non avve­nis­se vent’anni fa. […]


Que­sta ten­den­za met­te in luce uno degli aspet­ti a nostro avvi­so più inte­res­san­ti del mon­do del lavo­ro di oggi: la sem­pre mag­gio­re ibri­da­zio­ne e con­ta­mi­na­zio­ne tra il mon­do tec­ni­co e uma­ni­sti­co. Se da un lato, come abbia­mo visto, gli isti­tu­ti sco­la­sti­ci stan­no ini­zian­do a rece­pi­re que­sto nuo­vo trend, anche le azien­de sono sem­pre più con­sa­pe­vo­li di aver biso­gno di com­pe­ten­ze miste, con l’elemento uma­no come qua­li­fi­can­te anche per il pro­prio prodotto.

È per que­sto che in que­sti gior­ni abbia­mo incon­tra­to grup­pi di stu­den­ti del Liceo Clas­si­co D’Azeglio, uno sto­ri­co e pre­sti­gio­so isti­tu­to del Cen­tro di Tori­no, nell’ambito dei PCTO  (Pro­get­ti per le Com­pe­ten­ze Tra­sver­sa­li e per l’Orientamento).
E’ sta­ta l’occasione per for­ni­re a queste/i ragazze/i nuo­vi stru­men­ti che li met­ta­no in gra­do di entra­re in con­tat­to con il mon­do del lavo­ro in modo più infor­ma­to e con­sa­pe­vo­le.

In par­ti­co­la­re ci si è con­cen­tra­ti sull’importanza di con­cet­ti come la mul­ti­po­ten­zia­li­tà che oggi, in con­trap­po­si­zio­ne alla spe­cia­liz­za­zio­ne, rap­pre­sen­ta uno degli ele­men­ti qua­li­fi­can­ti di ciò che cer­ca­no le azien­de in un gio­va­ne.
Non dicia­mo che una figu­ra spe­cia­liz­za­ta abbia per­so di impor­tan­za o inte­res­se ma che sem­pre più spes­so ci sarà biso­gno di per­so­ne, in que­sto caso gio­va­ni, con una for­ma­zio­ne ampia e dif­fe­ren­zia­ta, anche in ambi­ti che in pas­sa­to non sareb­be­ro sta­ti rite­nu­ti inte­res­san­ti come, appun­to, una for­ma­zio­ne umanistica. 

Paral­le­la­men­te abbia­mo sot­to­li­nea­to l’importanza del­le soft skills nel mer­ca­to del lavo­ro di oggi e la dif­fe­ren­za rispet­to alle hard skills.
Le hard skills sono infat­ti lega­te a spe­ci­fi­che cono­scen­ze tec­ni­che e for­ma­zio­ne, men­tre le soft skills rap­pre­sen­ta­no trat­ti del­la per­so­na­li­tà come la lea­der­ship, la comu­ni­ca­zio­ne, la gestio­ne del tem­po ecc.

Entram­bi i tipi di com­pe­ten­za sono neces­sa­ri per svol­ge­re e avan­za­re con suc­ces­so nel­la mag­gior par­te dei lavo­ri ma negli ulti­mi anni l’importanza del­le soft skills è cre­sciu­ta sem­pre di più.
Si trat­ta di un pun­to di atten­zio­ne impor­tan­te in quan­to le scuo­le non sem­pre pos­so­no segui­re, per esem­pio, l’evoluzione tec­no­lo­gi­ca dei siste­mi di comu­ni­ca­zio­ne e que­sto tipo di incon­tri sono l’occasione idea­le per sot­to­li­nea­re l’importanza degli aspet­ti lega­ti alla per­so­na­li­tà che ven­go­no osser­va­ti nel­la sele­zio­ne del­le futu­re risorse. […]

L’articolo in ver­sio­ne inte­gra­le è repe­ri­bi­le al link: https://www.primapower.com/it/news/news/prima-industrie-e-formazione